domenica 1 gennaio 2012

Cos'è un naturalista?


Credo che queste poche righe lo identifichino perfettamente:

"Al culmine della battaglia di Alcaniz, il 23 maggio 1809, il colonnello P.F.M.A. Dejean era sul punto di dare l'ordine per lanciare le truppe francesi in un disperato attacco contro il centro delle linee spagnole quando gli capitò di volgere lo sguardo a terra. L'aria attorno a lui era densa di polvere da sparo e sangue, ma su un fiore al bordo di un ruscello vide qualcosa di insolito. Un coleottero di una specie sconosciuta. Smontò da cavallo, lo raccolse e lo infilzò sul sughero di guarnizione all'interno del suo elmetto.

Dejean era un conte e un valido comandante dell'armata napoleonica, ma era anche, e soprattutto, un esperto collezionista di coleotteri. I suoi uomini lo sapevano bene, dato che molti di loro portavano con sé una filetta di vetro e avevano l'ordine di raccogliere qualsiasi essere a sei zampe che camminasse o volasse. Lo sapevano perfino i nemici che, in segno di cortesia e rispetto per la scoperta scientifica, gli mandavano le fialette trovate sui corpi dei caduti in battaglia"

2 commenti:

  1. citazione presa in "Cacciatori di specie" di Conniff?

    Ale

    RispondiElimina
  2. Diagnosi perfetta...e ottimo libro.

    RispondiElimina

ATTENZIONE:
I COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O PUBBLICITARI VERRANNO ELIMINATI.
I COMMENTI ANONIMI VERRANNO ELIMINATI.