mercoledì 11 aprile 2012

Val Camonica

Sinuosa come un serpente con la coda sul Tonale e le fauci spalancate a Capo di Ponte, la valle dei Camuni è un imbuto verde fatto di storia, natura e, purtroppo, sfrenato turismo sciistico.
Ogni suo angolo nasconde meraviglie: dal microscopico insetto inaspettatamente ospitato in un piccolo fiore, alle cime innevate in primavera, ai paesini arroccati che ancora resistono ai turisti, alle rocce lisciate dall'avanzata dei ghiacciai ed incise prima della storia, fino all'Oglio che, freddo e spumeggiante diviene fiume grazie all'unione di Frigidolfo e Narcadello, sotto Ponte di Legno.
In Valle Camonica i colori sono sempre vivaci e gli spunti fotografici infiniti; un giovane naturalista, capace di percorrerla a piedi con guide nello zaino, binocolo e macchina fotografica a tracolla, rischia di perdersi fino ad uscirne anziano. Ma felice.


Fiume Oglio: Frigidolfo e Narcanello - Ponte di Legno (BS)

Succulenta spontanea

Capo di Ponte (BS)

Equisetum arvense

Incisioni rupestri (Capo di Ponte - BS)

Rondine montana (Ptyonoprogne rupestris) (Incudine - BS)



(Formica rufa)

Croce nel cielo (Tonale-BS)

Incudine (Paese vecchio)

Merlo acquaiolo (Cinclus cinclus)

Tonale

Incudine (BS)

Noi
(Temù - BS)

(Questo post non è una marchetta turistica, ma un ringraziamento ad un luogo troppo sfruttato e poco contraccambiato).

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE:
I COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O PUBBLICITARI VERRANNO ELIMINATI.
I COMMENTI ANONIMI VERRANNO ELIMINATI.