domenica 18 gennaio 2015

DARWIN DAY 2015: THE ORIGIN OF LIFE



Panspermia è la teoria secondo la quale i germi della vita, sparsi nell’Universo o in parti di esso, sono arrivati sulla Terra dove poi, in condizioni ottimali, hanno iniziato ad evolversi originando gli esseri viventi estinti e quelli tutt’oggi viventi.

Sarà questo il tema del DARWIN DAY 2015 del Museo Paleoantropologico del Po intitolato per l’appunto “The Origin of life”, l’origine della vita.
Attraverso le parole di quattro illustri relatori, scelti per le loro competenze scientifiche in relazione al tema proposto quest’anno, verranno percorse le tappe fondamentali dell’insediamento e dell’evoluzione della vita sulla Terra. 
Una mostra di pittura a tema dal titolo “L’Universo dentro di noi”, ad opera di Emiliano Troco, avvolgerà il pubblico in uno scenario astronomico a cornice della conferenza. Una esposizione di Meteoriti, tra le quali in esclusiva assoluta l’esemplare caduto nel 1808 a San Donnino (Fidenza-PR) e un frammento dell’aerolite di Alfianello (BS) (1883), permetterà ai visitatori di conoscere eventi astronomici e storici poco conosciuti e che da sempre incuriosiscono l’uomo.
Emiliano Troco, poliedrico artista di Cividale del Friuli, aprirà il Darwin Day 2015 con un intervento di presentazione della mostra di pittura ma anche di introduzione alle relazioni successive. Quali sono stati i principali eventi e le principali tappe che hanno portato la Terra ad assumere l’aspetto attuale? Immagini, musiche e parole coinvolgeranno lo spettatore spingendolo ad immaginare, come ci racconterà poi attraverso la sua relazione il Prof. Giovanni Vladilo dell’Osservatorio Astronomico di Trieste (OATs) (INAF) indagheremo, come avviene la ricerca di vita su pianeti extrasolari.
Ma è possibile ricercare tracce di vita extraterrestre senza l’invio di sonde spaziali o l’uso di megatelescopi? Assolutamente si, attraverso lo studio delle meteoriti giunte sulla terra e provenienti da luoghi lontani nello spazio. Quest’ultimo sarà il tema trattato dal Prof. John Robert Brucato dell’Osservatorio Astrofisico di Arcetri e Università di Firenze che ci condurrà attraverso lo studio delle meteoriti per la ricerca di tracce organiche quali prove della Teoria panspermica.
Concluderà la mattinata scientifica Mauro Mandrioli, Professore Associato di Genetica dell’Università di Modena e Reggio Emilia, che illustrerà i passaggi evolutivi delle prime forme di vita e le interazioni simbiontiche che ne hanno favorito il successo.

Ricerca scientifica, esplorazione spaziale, origine della vita, arte e cultura costituiranno un Darwin Day 2015 all’insegna del progresso tecnologico e dello studio di un tema, quello dell’origine della vita, mai direttamente affrontato da Charles Darwin, ma logica conseguenza alla conclamata conoscenza del processo di evoluzione della vita sulla Terra. 
Da dove veniamo? Cosa ha innescato la mutabilità delle specie? Quale percorso ha subito la Terra in questi pochi miliardi di anni di vita? Sono tutte domande importanti, a cui la scienza sta cercando di rispondere con logica determinazione. Nella certezza che Sir Charles Darwin sarebbe fiero del progresso scientifico raggiunto per rispondere a questi temi, celebriamo, come ormai da tradizione, un nuovo Darwin Day degno del miglior compleanno.
Tanti Auguri Charles.

1 commento:

ATTENZIONE:
I COMMENTI OFFENSIVI, VOLGARI O PUBBLICITARI VERRANNO ELIMINATI.
I COMMENTI ANONIMI VERRANNO ELIMINATI.